INCANTAMENTO – 14 marzo 2022

INCANTAMENTO
uno stupendo spettacolo su Einstein e Freud
Perché esiste la guerra? Pensa che questa ardua domanda ha dato vita a uno scambio epistolare tra Einstein e Freud, nel 1931. Vuoi sapere se hanno trovato la risposta? Hai l’opportunità di scoprirlo e portarti a casa ancora di più! Infatti questo scambio ha liberamente ispirato la nascita di uno stupendo spettacolo teatrale, “Incantamento”. Leggi la trama in fondo: vedrai che ci sarà tanto da riflettere e, al contempo, da divertirsi.

Lo spettacolo avrà luogo il 14 marzo (proprio il giorno del compleanno di Einstein!) alle ore 21, presso il teatro Gustavo Modena di Palmanova. L’ingresso è gratuito su prenotazione obbligatoria: PRENOTA QUI

Con Federica Sansevero (recitazione, progetto e testo), Sonia Cossettini (recitazione e regia), Dennis Mazzolin (luci e audio). Musiche di Cristina Spadotto.

TRAMA DELLO SPETTACOLO:

Incantamento è un lavoro originale, liberamente tratto da uno scambio d’idee tra Einstein e Freud, promosso dalla Società delle Nazioni nel 1931 e realmente avvenuto. Così, alla vigilia del secondo conflitto mondiale, i due grandi pensatori disquisirono sul “perché della guerra”. Con questo titolo, l’intervento si trova alla fine de Il disagio della civiltà di Sigmund Freud.

La nostra finzione parte mostrando dinamiche competitive e manipolatorie tra due attrici, di incredibile violenza. Quando la crudeltà giunge all’apice entrambe perdono i sensi e si risvegliano indolenzite. Decidono di rilassarsi ascoltando la voce di un ipnotizzatore che le guida in un viaggio nello spazio-tempo, dove passato e presente e futuro possono fondersi. Quando “rinascono” sono Einstein e Freud neonati. I due superano tutte le tappe dello sviluppo molto velocemente e dialogano soprattutto sul tema del condizionamento invisibile nella società di massa.

Un incantamento a fin di bene sono il trasporto dell’immaginazione, il teatro, la meraviglia dinanzi alla Bellezza, l’amore, l’ipnosi a scopi terapeutici. Un incantamento a fin di male sono i condizionamenti che subiamo senza saperlo e la tendenza dell’uomo-massa a regredire. L’obiettivo è quello di indurre il pubblico a desiderare un mondo migliore!

Partner del progetto: Accademia Musicale Città di Palmanova aps, Teatro del Silenzio aps, La Compagnia dei Riservati, Teatroclub, Coop. sociale Athena Città della psicologia, Educhè aps, Ricerche e Risorse onlus, Servizi Sociali del Medio Friuli, Servizi Sociali del Torre, Servizi Sociali del Friuli Centrale, Territori delle Idee, Sala d’arme Achille Marozzo, Comune di Palmanova, Comune di Santa Maria La Longa, Comune di Trivignano Udinese, A+AUD aps, Gastronomica Friulana, ISIS Raimondo D’Aronco di Gemona, Casa di riposo Ardito Desio e Spazio Oblò (UD).

Lascia un commento